Il nido d'infanzia

Programma didattico

Ogni anno l’équipe del nido elabora una programmazione didattica differente (depositata presso la Divisione dei servizi educativi del Comune di Torino) che tiene conto dei principi pedagogici che regolano l’organizzazione delle attività di gioco educative rispondenti alle esigenze dei bambini/e e progettate in funzione di una globalità, scansione ed individualizzazione, che permettono di garantire a ciascun bambino/a il proprio spazio di crescita.

Solo dopo aver valutato le principali caratteristiche dei bambini/e per ciascuna tappa evolutiva e le tipologie di giochi che possono essere proposti, si realizza un programma didattico che tenga conto della tripartizione struttura-oggetti-azioni.

Il gioco dei bambini e delle bambine

deve essere impostato dall’educatrice in modo tale che possa stimolare e sviluppare in ciascuno di loro la capacità cognitiva, affettiva, relazionale e motoria.
Nel gioco del bambino/a si devono tenere in considerazione i seguenti ambiti:

il rapporto con l’ambiente: l’educatrice deve aiutare il bambino/a a muoversi e ad esplorare lo spazio circostante;

il rapporto con gli oggetti: il gioco si manifesta attraverso il contatto e la manipolazione degli oggetti;

il rapporto con l’adulto: il bambino/a dopo aver raggiunto sicurezza e fiducia è in grado di rapportarsi con l’adulto.

I bambini/e da uno a due anni

In questo momento della sua vita il bambino/a è pronto per esercitare alcune capacità da poco acquisite: la voglia di camminare, di spostarsi nello spazio conquistato, di usare il linguaggio verbale oltre a quello non verbale, di toccare e sperimentare tutto ciò che incontra. Il bambino/a a questa età compie un gioco globale di conoscenza, gioca per scoprire e non per costruire. Il suo gioco è ancora indifferenziato e si specializzerà verso la fine del secondo anno di vita, attraverso tappe individuali di crescita fino al consolidamento di alcune capacità.

I giochi proposti possono essere:

  • travasi con farine colorate, sabbia, pasta, acqua
  • manipolazione di plastilina, pongo, pasta di pane
  • giochi di scoperta con materiali di recupero (gioco euristico)
  • giochi con il colore, la carta
  • giochi di movimento con la palla, forme morbide
  • giochi con la musica, suoni, materiali che producono rumore.

I bambini/e dai due ai tre anni

Il bambino/a in questo periodo ha acquisito un maggior grado di autonomia ed è arrivato, attraverso le sue esplorazioni, al confronto con i suoi coetanei, con i materiali e con i giochi più indirizzati alla conoscenza e alla sperimentazione.

I giochi proposti possono essere:

  • manipolazione con il didò, la pasta di pane, l’acqua, la terra….
  • travasi con riso soffiato, orzo, semi …
  • giochi con le tempere, pastelli a cera, pennarelli…
  • giochi con la carta, la colla, le forbicine
  • psicomotricità
  • giochi di costruzione
  • giochi di travestimenti/drammatizzazione
  • gioco simbolico

Laboratorio linguistico: si impara anche l’inglese!

Il laboratorio di inglese- First Words, è curato da un’insegnante che sviluppa in collaborazione con l’équipe del nido un progetto idoneo alla fascia di età 1-3.
Le attività proposte hanno lo scopo di favorire e sviluppare le diverse abilità nei bambini/e. Le attività sono concepite per aiutare lo sviluppo sociale, emotivo, fisico ed intellettuale del bambino/a presentando la nuova lingua in maniera divertente attraverso il gioco.

  • i bambini/e che si approcciano ad una seconda lingua hanno più immaginazione, lavorano meglio con i concetti astratti e sono più flessibili nel pensiero;
  • sono più sensibili al linguaggio ed hanno un orecchio migliore per ascoltare;
  • una seconda lingua apre la porta ad altre culture ed aiuta il bambino/a a capire ed accettare persone di culture ed etnie diverse;
  • una seconda lingua aiuta il bambino/a a relazionarsi meglio con se stesso/a e con gli altri.

Attività facoltative al nido

N

Laboratorio di pratica psicomotoria: collaboriamo con l’Associazione Crescere Insieme dove opera un’équipe di psicologi e psicomotricisti che propongono attività psicomotoria ai bambini/e dai due ai tre anni, presso il nido, finalizzata ad accogliere e rispondere ai bisogni del bambino/a, aiutandolo nel suo naturale percorso evolutivo (metodo B. Aucouturier)

N

Laboratorio musicale: collaboriamo con una maestra diplomata al conservatorio, che propone ai bambini piccoli e grandi, un percorso finalizzato ad appropriarsi, interiorizzare ed elaborare gli elementi fondamentali della musica attraverso l’educazione dell’orecchio in forma ludica (metodologia Willems)

N

Laboratorio di danza educativa: Il nido collabora con l’Associazione “Filiera d’Arte” per la realizzazione di questo percorso che si pone come obiettivo la conoscenza del corpo e delle sue parti in relazione al movimento nello spazio e con gli altri.

Si organizzano esperienze pratico-guidate

passeggiate nel quartiere, per allenare la capacità motoria, stimolare la capacità cognitiva, conoscere la realtà che ci circonda; uscite socio-culturali, presso biblioteche, librerie, mostre d’arte, teatro, per stimolare la comunicazione ed espressione audio-visiva e la capacità creativa; adesione ai percorsi didattici e ricreativi in ambito agricolo aderenti al progetto “fattorie didattiche” della regione Piemonte, aventi la finalità di far conoscere ai bambini il mondo rurale, il lavoro agricolo, l’ambiente ed il territorio e la provenienza del cibo consumato quotidianamente.

Laboratori

LABORATORIO ARTISTICO:
AVVICINAMENTO ALL’ARTE

VISITE AI MUSEI, MOSTRE
E SPETTACOLI TEATRALI

LABORATORIO DI GIOCO DANZA

GITE NELLE FATTORIE DIDATTICHE

LABORATORIO DI LINGUA INGLESE

ATTIVITA’ ESPRESSIVE E CREATIVE E MANIPOLATIVE

LABORATORIO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ESPERIENZE PRATICO GUIDATE/EDUCAZIONE STRADALE

PROGETTO CONTINUITA’
LA MATERNA INCONTRA LA SCUOLA PRIMARIA

ATTIVITA’ EXTRACURRICULARI:
LABORATORIO DI PRATICA PSICOMOTORIA
LABORATORIO DI EDUCAZIONE MUSICALE

Via Avigliana 45/BIS
10138 Torino

Lunedì Venerdì
07.45/19.00.